L’opera pionieristica del Vangelo – Mercoledì 12 Dicembre 2018

 di Emil Barbu, Romania

Il grande mandato del Vangelo di Gesù Cristo ai Suoi discepoli è: “andate, dunque, e fate discepoli di tutte le nazioni, battezzandoli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo, insegnando loro di osservare tutte le cose che io vi ho comandato. Or ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo. Amen” (Matteo 28:19,20).

Cosa è il Vangelo in questo mandato? Il Vangelo è la Buona Notizia. La notizia è trasmessa attraverso le parole. Così, il Vangelo o la Buona Notizia sono tutte le parole che sono incarnate in Gesù Cristo. “E la Parola si è fatta carne” (Giovanni 1:14). Infatti, tutte le cose che ci circondano non sono altro che il risultato delle parole di Dio. La Bibbia dice, “Poi Dio disse: ‘Sia la luce!’. E la luce fu… Poi Dio disse: ‘le acque che sono sotto il cielo siano raccolte in un unico luogo, e appaia l’asciutto’. E così fu” (Genesi 1:3,9). Persino la materia fu fatta dalla Sua parola!

L’apostolo Giovanni dice, “nel principio era la Parola e la Parola era presso Dio e la Parola era Dio… Tutte le cose sono state fatte per mezzo di lui, e senza di lui nessuna delle cose fatte è stata fatta” (Giovanni 1:1,3).

L’apostolo Paolo spiega che “tutte le cose sussistono in lui” (Colossesi 1:17).

Persino al giorno d’oggi, le parole hanno un potere creativo. Per esempio, quando pronunciamo una parola, il suo suono va all’orecchio esterno, poi nell’orecchio di mezzo e nell’orecchio interno è trasformata in un impulso nervoso; attraverso il nervo acustico viaggia nel lobo temporale dove, a causa dei collegamenti con i lobi frontali e gli altri emisferi cerebrali, i suoni sono integrati e l’informazione è memorizzata nel sistema neurale come materia. Così, le parole sono trasformate in materia nel nostro cervello.

Questa materia rimarrà lì. Le parole che sentiamo sono la fonte dei pensieri, del modo nel quale reagiamo; esse portano alle azioni, le azioni alle abitudini, le abitudini formano i tratti del carattere; e il carattere è nei fatti la persona. Così, noi siamo le parole che scegliamo di ascoltare.

Il vangelo sono tutte quelle parole che creano nella mente umana il carattere di Gesù Cristo, il Figlio di Dio. Questa è l’immagine divina che l’umanità ha perso quando il peccato è entrato nella nostra razza.

Nel principio, quando Dio creò il mondo, tutto era perfetto, in ordine perfetto e soggetto alle leggi che dovevano mantenere la vita in perfetta e solenne armonia, riflettendo così il carattere del Creatore.

Tutte le cose furono fatte tramite la Parola e sono sostenute dalla Parola.

“Nel principio il Signore fece l’uomo retto. Egli fu creato con una mente perfettamente equilibrata, essendo le misure e la forza di tutti i suoi organi perfettamente sviluppati. Adamo era un perfetto modello di uomo. Ogni qualità della mente era ben proporzionata, ognuna avendo una funzione distinta e tuttavia tutte dipendenti l’una dall’altra per il pieno e giusto uso di ognuna di esse.” 1

“Colui che creò la mente e ordinò le sue leggi, provvide al loro sviluppo in accordo con esse.” 2

Salute e malattia

Secondo la scienza medica, il benessere mentale e morale ha solo un segreto: la completa ubbidienza alle leggi che governano l’universo, la nostra galassia, il nostro sistema solare, la terra e il nostro corpo – i macro e micro-organismi.

“La stessa potenza che sostiene la natura, sta operando anche nell’uomo. Le stesse grandi leggi che guidano similmente le stelle e l’atomo controllano la vita umana. Le leggi che governano l’azione del cuore, regolando il flusso della corrente della vita nel corpo, sono le leggi della potente Intelligenza che ha la giurisdizione dell’anima. Da Lui procede tutta la vita. Solo in armonia con Lui essa può trovare la sua vera sfera di azione. Per tutti gli oggetti della Sua creazione la condizione è la stessa – una vita sostenuta ricevendo la vita di Dio, una vita esercitata in armonia con la volontà del Creatore. Trasgredire la Sua legge, fisica, mentale o morale, significa mettere il proprio io fuori dall’armonia con l’universo, per introdurre la discordia, l’anarchia e la rovina.”3

Da quando ho iniziato a studiare come opera l’organismo umano e come ci ammaliamo, sono stato in un dilemma: cosa si ammala per prima, l’organismo che sostiene la mente oppure la mente che controlla l’organismo?

Tutte le parole che sentiamo creano i nostri pensieri. Noi sappiamo che un pensiero nutrito può diventare un’azione, un’azione ripetuta diventa un’abitudine e un’abitudine ripetuta diventa un tratto di carattere e la somma dei tratti forma il carattere completo. E il carattere è quello che è una persona.

Questo significa che il disordine o la malattia appaiono quando quel disordine prende posto nella mente della persona o nel modo di pensare. Il saggio Salomone dice che, “Dio ha fatto l’uomo retto, ma gli uomini hanno ricercato molti artifici” (Ecclesisate 7:29).

La degradazione umana inizia con il peccato o il pensiero peccaminoso. Cosa è il peccato? Ascoltare una menzogna oppure una mezza-verità, o ascoltare le parole pronunciate in una maniera che producono dubbi o ascoltare parole non vere che porteranno ad azioni sbagliate (peccati) che degraderanno la salute.

“Una continua trasgressione delle leggi della natura è una continua trasgressione della legge di Dio. Il peso presente della sofferenza e angoscia che vediamo dappertutto, la presente deformità, la vecchiaia, la malattia e la stupidità che innondano il mondo, lo rendono, paragonato a ciò che poteva essere e ciò che Dio voleva che fosse, un lazzaretto [una colonia di lebbrosi]; la generazione presente è debole nella capacità mentale, morale e fisica. Tutta questa miseria si è accumulata di generazione in generazione perché l’uomo caduto trasgredisce la legge di Dio. I peccati della maggior grandezza sono commessi attraverso l’indulgenza dell’appetito pervertito.”4 Un appetito pervertito non è semplicemente intemperanza riguardo il cibo, il lavoro o il riposo ma anche una visione, un udire e un appetito intellettuale pervertiti.

La mente è alterata da ciò che sente e vede e diventa simile alle cose sulle quali medita. “Come il corpo, la mente riceve la sua forza dal cibo di cui si nutre. Essa è ampliata ed elevata dai pensieri puri e rinforzanti; ma è ristretta e avvilita dai pensieri che sono terreni.

“Genitori, voi…. non potete mantenere le menti attive dei figli disoccupate; non potete neanche disapprovare il male. Solamente inculcando i giusti principi potete escludere i pensieri sbagliati… La buona, sana istruzione è l’unico preventivo alle cattive comunicazioni che corrompono le buone maniere. La verità proteggerà l’anima dalle molteplici tentazioni che devono essere affrontate…

“Incoraggiate i vostri figli a memorizzare la preziosa conoscenza, far si che ciò che è buono occupi l’anima e controlli le sue facoltà, non lasciando alcun posto per i pensieri bassi e degradanti. Frenate il desiderio di leggere le cose che non forniscono un buon cibo per la mente…

“Mai i libri [Editore: oppure i media elettronici] che contengono una perversione della verità siano messi nelle mani dei bambini o dei giovani. I nostri figli, proprio nel processo di ottenimento di un’educazione, non ricevano idee che si dimostreranno semi del peccato.”5

Oggi la mente è pervertita da uno strumento prontamente affinato dal male. E’ quella “finestra” che, oltre ad alcune buone cose, offre una grande vista di ciò che è infame e degradante. La mente umana, però, sceglie naturalmente ciò che è male. Sedendosi presso questa finestra (come Eutico durante il sermone dell’apostolo Paolo), le persone non cadranno dentro ma fuori – e saranno portate alla degradazione e alla rovina. Noi possiamo trovare questa finestra (schermo) dappertutto – nei nostri tablet, negli smarthphone e nei laptop. Questa abitudine di guardare tutto in ogni momento logora le persone ad un tale livello che perdono la loro capacità di discernere ciò che è bene da ciò che è male.

Una delle più importanti funzioni del cervello è la sua capacità di discernere tra ciò che è bene e ciò che è male. Nella scienza psichiatrica questo è chiamato consapevolezza. Essa è ottenebrata poi quando diventiamo psicologicamente stanchi (tramite le immagine che si muovono), quando siamo in trance (indotti dal guardare a lungo uno schermo).

La prima azione di disubbidienza fu causata anche dallo stimolo di uno stato ipnotico, una seduzione – un serpente che parla. Il primo peccato aprì la porta al disordine, alla degenerazione e alla morte.

“Dio creò l’uomo perfetto e santo. Ma l’uomo cadde dal suo santo stato perché trasgredì la legge di Dio. Dalla Caduta c’è stato un rapido aumento di malattie, sofferenze e morte. Tuttavia, anche se l’uomo ha insultato il suo Creatore, l’amore di Dio è ancora esteso alla razza; Egli permette che la luce brilli affinchè l’uomo possa capire che per vivere una vita perfetta egli deve vivere in armonia con quelle leggi naturali che governano il suo essere. Perciò è della massima importanza che egli sappia come vivere cosicchè le sue facoltà del corpo e della mente possano essere esercitate alla gloria di Dio.”6

Sperimentare la restaurazione

Questa opera è meravigliosa. Niente altro può operare la restaurazione della mente attraverso la potenza celeste – la potenza della volontà umana di scegliere in qualsiasi circostanza le cose che ci portano più vicino al cuore del Padre Celeste.

L’opera del Vangelo deve ricreare l’ordine nella mente. La volontaria accettazione di quell’informazione contenuta nel Vangelo, che opera in piena armonia con la mente umana, aiuta a guidare e ristabilire il corpo dalla malattia alla salute.

La missione di Cristo in questo mondo era di aprire una via attraverso la quale l’umanità, anche se degradata dal peccato, potesse essere riportata e integrata nell’armonia universale del Cielo come un essere perfetto. Questa opera di guarigione della mente che porta alla guarigione del corpo e dell’anima è la migliore buona notizia. Il Vangelo rivelato in Gesù Cristo è il primo trattamento per l’umanità caduta. Non c’è nessuna persona sana in questo mondo. La degradazione morale o spirituale porta alla degradazione del corpo. L’unica via attraverso la quale possiamo essere cambiati è accettare nella nostra mente quella informazione di cambiamento di vita, cioè, Gesù Cristo.

Ricercatori rinomati del mondo hanno deciso che Gesù Cristo, con il Suo perfetto carattere, dovrebbe essere messo al centro dell’asse del tempo che misura la storia umana. Tutti si relazionano con Lui.

Egli non è l’Unico che sostiene la storia, ma anche Colui che eleva le persone dal loro stato di degradazione e le riporta nei luoghi celesti. Questa elevazione inizia nel momento che accettiamo le Sue parole. Riferendosi a questo, l’apostolo Paolo dice: ‘Ora il Dio della pace vi santifichi egli stesso completamente; e l’intero vostro spirito, anima e corpo siano conservati irreprensibili per la venuta del Signor nostro Gesù Cristo.” (1 Tessalonicesi 5:23).

Cosa è questo Vangelo e come rappresenta il primo passo nel ristabilimento dell’umanità?

“[Gesù] andava ovunque facendo del bene e guarendo tutti coloro che erano vittime del male. Si potevano trovare interi villaggi in cui non si udivano più lamenti di dolore perché era passato di là e aveva guarito tutti i malati. La Sua opera costituiva una prova della Sua divinità; ogni Sua azione rivelava amore, misericordia, compassione e simpatia per l’umanità.”7

La cosa più importante per tutti è il ristabilimento dell’essere umano affinchè rifletta l’immagine di Dio. Questo ristabilimento inizia accettando i principi celesti ricevuti dal Vangelo di Gesù Cristo. Nessuna medicina miracolosa, nessun intervento chirurgico complesso può produrre quei cambiamenti straordinari che trasformano una persona peccaminosa in una buona, oppure che distrugge le tracce della malattia e della morte. Questo succede solo accettando Gesù Cristo come il fondamento del nostro pensiero, come il seme per tutti i pensieri.

Se permettiamo che la mano di Dio che opera nella natura governi il nostro essere, allora la malattia sparirà e la salute sarà ristabilita.

“La terra non produce ogni anno i suoi frutti e non prosegue il suo corso intorno al sole per forza d’inerzia. La mano dell’Infinito è costantemnte in azione per guidare questo pianeta. E’ la potenza di Dio, esercitata costantemente, che mantiene la terra nella sua posizione e nella sua orbita. E’ Dio che fa sorgere il sole e regola le piogge.”8

“I figli di Dio sono coloro che sono partecipi della Sua natura. Non è il rango terreno, né la nascita, né la nazionalità, né il privilegio religioso, che dimostrano che siamo membri della famiglia di Dio; è l’amore, un’amore che abbraccia tutta l’umanità. Persino i peccatori i cui cuori non sono completamente chiusi per lo Spirito di Dio, risponderanno alla gentilezza; anche se possono contraccambiare l’odio con l’odio, essi possono contraccambiare l’amore con l’amore. Ma è lo Spirito di Dio che contraccambia l’amore per l’odio. Essere gentili verso gli ingrati e i cattivi, fare del bene sperando niente in cambio, è l’insegna della realtà celeste, il sicuro segno tramite il quale i figli dell’Altissimo rivelano il loro alto stato.”9

Se accettiamo oppure no, la nostra presenza è una benedizione, un rimedio per il nostro prossimo oppure, al contrario, è un veleno, un sapore di morte a morte. Questa differenza è resa da ciò che noi nutriamo nelle nostre menti. Se Gesù è lì, si vedrà; se Egli non è, allora noi e quelli che non conoscono Dio saremo delusi.

Nella prima chiesa, l’opera degli apostoli era di grande portata e profonda. Il principio di ogni sforzo missionario è infatti l’opera di ristabilimento del corpo rovinato dalla malattia e dalle sofferenze. Solo dopo che queste sofferenze erano alleviate, le persone potevano sperimentare una nuova vita in Gesù Cristo. Accettando Cristo, tutto il loro essere era ripieno della Sua presenza e diventavano canali di luce per il loro prossimo. Questo spirito della vita che li riempiva ed effondeva agli altri veniva da quella fonte di vita eterna alla quale possiamo abbeverarci liberamente.

La scienza pratica

Il Vangelo non è una teoria. E’ la vita pratica. Mentre stavo lavorando come dottore internista in Francia, un collega chirurgo mi chiese durante la colazione: “perché sei vegetariano?” Io risposi, “per un pezzo di informazione biblica che è scientificamente provata: Genesi 1:29.” Elaborando ulteriormente nei termini puramente scientifici coi quali, lui, come dottore, era familiare – l’attuale chimica di quanto efficacemente gli elementi dei cibi vegetali si assimilano efficacemente con il nostro sistema – questa spiegazione tecnica, con l’aiuto di Dio, divenne un “cuneo d’entrata” per lui. Egli rispose: “Non ho mai pensato a questo! E’ veramente stupefacente!” Le perfette reazioni chimiche del piano di Dio dichiarano la grandezza della Sua sapienza divina e del piano fatto prima della creazione. Ecco perché, col passar del tempo, l’umanità scopre le verità che il vangelo ha fatto conoscere secoli fa.

La potenza di qualsiasi mezzo di cura non si può trovare in se stessa o nella persona che la usa. Gesù Cristo è il Medico. Se questa verità fosse compresa dalla comunità medica come pure dai predicatori del Vangelo, allora l’opera di salvezza avrebbe raggiunto presto tutto il mondo come nel principio della prima chiesa. Nessuno può permettersi di credere con orgoglio di poter guarire. Il professionista sanitario può solo aiutare, ma la guarigione viene dalla fonte della vita eterna.

La maggior parte delle persone è negligente nei confronti del proprio corpo; mangiano senza ragione e la loro vita non è governata dall’ordine, essi sono avidi; vogliono solo gratificare il loro appetito e la loro cupidigia, senza rendersi conto che la loro esistenza è dovuta ad un Sacrificio. Altre volte sono solo negligenti o indifferenti. Non si preoccupano di cosa introducono nei loro corpi. La loro vita sarebbe cambiata se potessero capire la seguente affermazione:

“Il nostro Signore ha detto: ‘In verità, in verità io vi dico che se non mangiate la carne del Figliuol dell’uomo e non bevete il suo sangue, non avete la vita in voi… Perché la mia carne è vero cibo e il mio sangue è vera bevanda’ (Giovanni 6:53,55). Questo è vero anche per il nostro corpo. Siamo debitori alla morte del Cristo perfino della vita terrena. Il pane che mangiamo ci è stato procurato dal suo corpo spezzato. L’acqua che beviamo è stata pagata con il suo sangue sparso. Nessun uomo, santo o peccatore che sia, mangia il suo cibo quotidiano se non tramite il corpo e il sangue del Cristo. La croce del Calvario ha lasciato la sua impronta su ogni briciola di pane e si riflette in ogni sorgente di acqua. Gesù ci ha insegnato tutto questo scegliendo i simboli del suo grande sacrificio. La luce che brilla dalla Cena celebrata nella camera alta, conferisce sacralità agli alimenti necessari per il nostro sostentamento quotidiano. La tavola di famiglia diventa la tavola del Signore, e ogni pasto assume un valore sacro.”10

Conclusione

Ogni vero discepolo nasce nel regno di Dio come un missionario. La nostra esistenza è un balsamo e una benedizione. La presenza di ogni essere umano che è salvato attraverso la misericordia del Signore Gesù è un posto dove abbonda la vita. “Beato l’uomo che ripone la sua forza in te, e che ha in cuore le tue vie! Quando attraversano la valle di Baka, la trasformano in luogo di sorgenti, e la prima pioggia la ricopre di benedizioni. Essi vanno di valore in valore, e infine compaiono davanti a Dio in Sion” (Salmi 84:5-7). Possano tutti godere questa felicità!

 

Riferimenti

1 Testimonies, vol. 3, p. 72.
2 Education, p. 41.
3 Idem, p. 99,100
4 Testimonies, vol. 4, p. 30.
5 The Adventist Home, vol. 4, p. 30.
6 Testimonies, vol. 3, p. 162,163.
7 La via migliore, p. 11,12.
8 Sulle orme del gran Medico, p. 224.
9 Thoughts From the Mount of Blessing, p. 75.
10 La speranza dell’uomo, p. 507.