E’ giunta l’ora – Settimana di Preghiera 2020 – Introduzione

E’ stato un anno turbolento. Molti hanno affrontato delle prove serie e hanno subito perdite pesanti. Tuttavia, nonostante le tremende difficoltà, dobbiamo ricordarci che l’Onnipotente celeste – il Monarca dell’universo – veglia teneramente su tutti coloro che piangono. Quelli di noi che siamo tra i viventi abbiamo ancora molto per cui essere grati – specialmente per la preziosa promessa della vita eterna attraverso l’abbondante grazia di Gesù Cristo.

La raccolta di letture di quest’anno intitolata È giunta l’ora… copre una serie di argomenti per ispirarci e ricordarci dello scopo particolare che Dio ha per noi su questo pianeta. Ognuno di noi, singolarmente, è ancora qui per un motivo ben preciso e noi siamo chiamati – in verità, spinti – a essere ferventi nell’opera del nostro Maestro.

Consideriamo profondamente e con preghiera le letture per questa Settimana di Preghiera, condividendole anche con gli altri che possono essere isolati o costretti a rimanere a casa e ricordiamoci delle seguenti date:

Preghiera con digiuno:        Sabato, 12 dicembre

Offerta per le missioni:       Domenica 13 dicembre

Che lo Spirito Santo ci rinforzi divinamente e misericordiosamente di nuova vitalità per essere servitori più fedeli nella causa del Signore in qualsiasi modo Egli ci conceda potere – e rinforzare la nostra fiducia attraverso le Sue parole, “tornate alla fortezza, o voi prigionieri della speranza” “perché noi siamo salvati in speranza; or la speranza che si vede non è speranza, poiché ciò che uno vede come può sperarlo ancora? Ma se speriamo ciò che non vediamo, l’aspettiamo con pazienza” (Zaccaria 9:12; Romani 8:24,25). Si, il nostro Signore sta davvero per tornare presto! Cooperiamo insieme per affrettare il tempo di vederlo! Amen!

È giunta l’ora

 

 

Spesso quando abbiamo bisogno che ci venga ricordato, “è giunta l’ora”, è perché dobbiamo cambiare il nostro stato d’animo da dove si trovava a dove deve essere. Se fossimo veramente pronti per fare qualcosa, potrebbe non essere necessario menzionare il tempo – le cose scorrerebbero facilmente una dietro l’altra.

A noi tutti viene ricordato con questa Settimana di Preghiera che, tuttavia, “è giunta l’ora” per noi di essere più attivi in alcune cose alle quali non abbiamo pensato evidentemente abbastanza. Se realmente avessimo pensato ad esse, il mondo sarebbe potuto essere un luogo diverso.

Dio ha benedetto il Suo popolo col tremendo privilegio di ascoltare, avere potere, vivere e proclamare l’ultimo messaggio di misericordia che deve essere dato ad un pianeta caduto:

“Gli ultimi raggi della luce misericordiosa, l’ultimo messaggio di misericordia che deve essere dato al mondo, è una rivelazione del Suo carattere di amore [dello Sposo]. I figli di Dio devono manifestare la Sua gloria. Nella loro stessa vita e carattere essi devono rivelare quello che la grazia di Dio ha fatto per loro.”1

Attraverso gli anni, noi siamo stati benedetti con vari mezzi e modi per eseguire questo compito. Abbiamo apprezzato le risorse che ci sono state affidate come avremmo dovuto fare? È stato osservato: “il movimento missionario è troppo avanti rispetto allo spirito missionario.”2

Oggi vediamo che le cose stanno diventando più difficili e “l’opera che la chiesa ha trascurato di compiere in un tempo di pace e di prosperità, dovrà farla in una crisi terribile nelle circostanze più scoraggianti e proibitive.” 3

Si, e‘ giunta l’ora che avvengano molte cose da parte nostra – prima sarà, meglio sarà. Ci troviamo proprio alle soglie dell’eternità. Su quale piattaforma ci troveremo? Per quale parte parleremo? È giunta l’ora che lo Spirito di Cristo sia versato senza misura su un popolo che è affamato e assetato di riceverlo e condividerlo con un mondo che sta morendo per esso.

“Nel giorno della Pentecoste lo Spirito Santo fu versato sui discepoli in preghiera ed essi testimoniarono della sua fonte a tutti, ovunque andassero.

“Lo spirito missionario fu versato in misura illimitata e i discepoli testimoniarono di un Salvatore crocifisso e risorto e convinsero il mondo quanto al peccato, alla giustizia e al giudizio a venire. Essi fecero proprio ciò che il loro Signore risorto aveva ordinato di fare e iniziarono a diffondere a Gerusalemme il Vangelo, nello stesso posto dove esisteva il pregiudizio più profondo e dove prevalevano le idee più confuse riguardo a Colui che era stato crocifisso come un malfattore. Tremila ricevettero il messaggio e furono convertiti. Essi non furono intimiditi dalla persecuzione, dall’imprigionamento e dalla morte; ma continuarono a pronunciare con tanto coraggio le parole della verità, mettendo davanti agli ebrei l’opera, la missione e il ministero di Cristo, la Sua crocifissione, resurrezione e ascensione; i credenti si aggiungevano quotidianamente al Signore, sia uomini che donne.” 4

Siamo disposti ad ascoltare l’orologio profetico che ci dice chiaramente che è giunta l’ora per pregare e agire in armonia con le nostre preghiere – oppure cerchiamo invano di soffocare e mettere al silenzio l’allarme sotto un cuscino mentre noi vi sonnecchiamo sopra? La scelta è nostra – e la decisione è oggi. Siamo disposti ad essere svuotati dell’egoismo e riempiti dello Spirito Santo?

“È privilegio di ogni cristiano, non solo sperare, ma affrettare la venuta del nostro Signor Gesù Cristo…

“Sorelle e fratelli miei, implorate lo Spirito Santo, Dio mantiene ogni promessa che ha fatto.”5

“Noi dobbiamo pregare affinché Dio scopra la fonte dell’acqua della vita. Noi stessi dobbiamo ricevere l’acqua vivente. Preghiamo più seriamente, coi cuori contriti, affinchè ora, nel tempo della pioggia dell’ultima stagione, la pioggia della grazia cada su di noi. Ad ogni raduno al quale partecipiamo le nostre preghiere dovrebbero salire, affinché proprio in questo stesso tempo Dio impartisca calore e refrigerio alle nostre anime. Mentre cerchiamo Dio per lo Spirito Santo, esso opererà in noi mansuetudine, umiltà di mente e una cosciente dipendenza da Dio riguardo alla pioggia dell’ultima stagione che apporta perfezione. Se preghiamo per la benedizione con fede, la riceveremo come Dio ha promesso.”6

Possano i nostri cuori essere ammorbiditi in modo sublime con lo spargimento dell’amore del nostro meraviglioso Salvatore durante questa Settimana di Preghiera ed essere abbondantemente rinvigoriti con il Suo grandioso potere creativo per riscattare il tempo! Amen.

Riferimenti

1 Christ’s Object Lessons, p. 415,416.
2 The Review and Herald, 12 ottobre 1886
3 Testimonies, vol. 5, p. 463.
4 The Review and Herald, 6 novembre 1894.
5 Testimonies, vol. 8, p. 22,23.
6 Testimonies to Ministers, p. 509.